Barreworkout: il fitness cambia faccia

Barreworkout: il fitness cambia faccia

Il Barreworkout, come metodo di allenamento, ha una storia antica e curiosa. Lotte Berk, una ballerina tedesca scappata dalla repressione nazista, nel 1930 venne ferita alle spalle ed ebbe bisogno di una terapia riabilitativa. Decise, allora, di combinare i movimenti del balletto da lei conosciuti con la terapia che gli era stata proposta per guarire le spalle e in tal modo diede vita a questo nuovo metodo di allenamento: il barre method. Nel 1959 aprì la sua prima scuola di barre nel suo seminterrato e successivamente accolse come clienti celebrità del calibro di Brooke Shields e Joan Collins, che si resero conto immediatamente dei benefici di questo nuovo metodo di allenamento.

Uno dei suoi studenti americani mise a punto e fissò le regole di questa nuova disciplina fondando il “Lotte Berk Method studio”. Da questo nacquero in America diverse scuole che nel tempo hanno perfezionato e innovato il metodo originale nato da Lotte Berk, inserendo variazioni basate su esercizi derivanti dallo yoga, body fit, cardio, aerobica, ecc. Molti sono ormai i clienti affascinati da questi esercizi, capaci di scolpire ogni singolo muscolo del corpo senza compromettere le articolazioni; e proprio per questo ultimamente stanno diventando una moda non solo negli USA ma anche in Europa. Il barreworkout, dunque, sta cambiando le regole del fitness, conquistando tutti!